12-12-12 Preghiera per il mondo

dicembre 12, 2012

colomba

La Luce ritorna a illuminare il mondo, un mondo che sta aprendo gli occhi su una nuova prospettiva di unità, bellezza e amore.
Il potere più grande è all’interno della consapevolezza, e da quel centro di Luce, emaniamo la nostra pura intenzione di riconoscerci all’interno di una visione collettiva di pace, amore e unità.

Nell’ascolto silenzioso e profondo della nostra volontà di allinearci con la Luce, esprimiamo il significato più autentico della preghiera: venga il Tuo regno, sia fatta la Tua Volontà.
Oltre a ogni apparente disarmonia, splende il sole radioso del Sé, invincibile nella sua pura essenza.
Gli angeli, le guide e i maestri, ci sostengono e vegliano costantemente sulla nostra evoluzione.

L’amore, la carità e il perdono sono le qualità umane, grazie alle quali l’Amore divino si esprime nel mondo.
Allora, il primo pensiero di amore, speranza e carità, deve essere rivolto verso noi stessi.
Io mi perdono e lascio andare la rabbia che mi tiene legato al mio senso di sconfitta, fallimento di rivendicazione.
Io mi libero dal passato e procedo verso l’orizzonte luminoso della mia realizzazione.

Io perdono me stesso e mi libero da quel passato, accogliendo il messaggio intrinseco di quelle esperienze che mi hanno umiliato e ferito.
Offro a me stesso lo stesso amore incondizionato che desidero con cuore sincero offrire agli altri.

Pace e luce.

Annunci

21-12-2012

novembre 21, 2012
LA MIA PARTECIPAZIONE A Mattino 5
Il tema era la data 21-12-2012. Ho voluto offrire una visione alternativa sul concetto di questa data. La nuova coscienza è il tema attivato; siamo tutti interconnessi e il senso di questi numeri è il culmine che il 12 rappresenta. Cadranno i muri che ci separano, cadranno le dittature e tutte le forme di integralismo dovranno lasciare il posto al pluralismo e alla tolleranza….MA DAVVERO TUTTO QUESTO E’ COSI INCOMPRENSIBILE?

Per vedere il video clicca QUI


Guido Rossetti legge i numeri ad Alessandro Cecchi Paone

novembre 14, 2011

11.11.11, nell’occasione della trasmissione dedicata a questa emblematica serie di numeri,

Alessandro Cecchi Paone parla della sua particolarissima data di nascita….

Per vedere il video CLICCA QUI


Intervista a Guido Rossetti

novembre 12, 2011

Signor Rossetti, che cosa vuol dire
l’11/11/2011 per i numerologi?

In numerologia l’11 significa tantissime cose:
ispirazione, cambiamento, smottamento, caos, utopia. Mettendole insieme nella
data di oggi, molto particolare perché il triplo 11 cade solo una volta ogni
mille anni, si può dire che l’11/11/2011 sia un portale che ci traghetta verso
una nuova era. Una specie di Stargate, si ricorda il film?

Sì. Vuole dire che verremo teletrasportati
da qualche parte?

Ma no, voglio dire che oggi ognuno di noi è invitato a
pensare a un cambiamento che contribuisca a portare l’umanità in un’altra fase
della sua storia. Una fase all’insegna dell’amicizia e della fratellanza.

E come ci arriviamo a questa fase?

Modificando il nostro comportamento. Se fino a oggi
l’umanità ha provato un modello di sviluppo sbagliato che la sta portando alla
distruzione, ora è il momento di passare a uno stile di vita più orientato alla
condivisione e meno al singolo individuo.

Mi faccia capire: oggi non succederà
niente di concreto? Dobbiamo solo prendere coscienza che è ora di cambiare?

Beh, ogni cambiamento concreto comincia con un
cambiamento mentale: all’origine di ogni azione c’è un’intenzione. Ecco, oggi è
il giorno dell’intenzione. Oggi dobbiamo ricordarci che non siamo individui
isolati e che non possiamo agire a scapito degli altri. Dobbiamo ripeterci che
siamo cellule di uno stesso corpo, la Terra. E che se il cuore fa la guerra al
fegato il corpo non è sano.

Tutto qui, quindi? L’11/11/2011 è il
giorno della responsabilità? E le profezie sui terremoti, sulle catastrofi?

In effetti l’11 è anche il numero che governa i campi
elettromagnetici e il sistema nervoso. Oggi molte energie si smuoveranno, sia
tra le persone sia a livello terrestre. E i terremoti ci saranno, come
d’altronde ce ne sono già stati nel corso del 2011. Ma non per colpa dell’11:
l’11 li segnala, è come un termometro che misura la febbre.

Aspetti, quando ci saranno questi
terremoti?

Da qui ai prossimi anni, il periodo in cui il
passaggio nella nuova era si sarà concluso.

E come fa a saperlo?

Me l’ha detto il mio spirito guida. Il mio “daimon”,
come lo chiamava Platone. Platone diceva che ognuno di noi nasce con un
progetto e che ognuno di noi ha un “daimon” che glielo ricorda.

Scusi, ma cos’è di preciso il “daimon”?
Una sorta di fantasma?

No. Non lo vedo fisicamente, è più simile a una
sensazione. Quando parlo con lui sento una profonda gioia interiore e scrivo.

Che cosa le ha fatto scrivere il suo
“daimon”?

Che nel 2012 e negli anni immediatamente successivi
continueranno i cambiamenti climatici che stiamo già vedendo. Poi crolleranno
tutti i muri che ancora esistono, come è successo nel 2011 con le rivolte
arabe. La situazione palestinese, per esempio, esploderà. La Russia tornerà a
essere una potenza internazionale. Ci saranno scoperte scientifiche legate ai
tumori: si troveranno nuove cure.

E nel 2012 che succederà? La fine del mondo?

La fine di questa visione del mondo. Lo Stargate di
cambiamento che si apre oggi si concluderà nel 2012. Saremo noi a decidere come
far avvenire questo cambiamento: se ci impegniamo a comportarci meglio, se
riusciamo a fare pressione sui politici affinché eliminino guerre e
ingiustizie, il passaggio alla nuova era sarà pacifico.

Se no?

Se continuiamo così potrebbe anche scoppiare la terza
guerra mondiale. Ma non perché qualcuno ci manda l’Apocalisse in terra. Siamo
noi gli artefici del nostro destino. Comunque, oggi alle 11.11 e alle 23.23
milioni di persone si riuniranno nei centri di meditazione di tutto il globo
per riflettere proprio su questo.

Molte persone sono scettiche su tutte
queste cose.

Agli scettici dico di immaginare il mondo come una
grande famiglia: nessuno farebbe del male alla propria famiglia, no? Ecco,
bisogna trattare le altre persone e il pianeta come se fossero dei parenti. Con
rispetto. Invito tutti a fermarsi un minuto, oggi, per pensare a come cambiare
in meglio il proprio comportamento.

Un esempio?

Che ne so, sprecare meno acqua, differenziare meglio i
rifiuti, dire a nostra moglie che è carina visto che sono due anni che non le
facciamo un complimento.

Sono consigli di buon senso, alla fine.

Già, condivisibili anche dagli scettici.

Alessandra Dal Monte

Scarica l’articolo

 


I Beatles e il numero 9

ottobre 12, 2011

Radio Montecarlo: intervista a Guido Rossetti

Il 12 ottobre Radio Montecarlo ha mandato in onda una trasmissione sulla Numerologia, prendendo spunto dalle misteriose coincidenze relative ai Beatles e al numero 9.

Lo spunto è stato il matrimonio di Paul Mc Cartney, avvenuto il 9-10-2011, data scelta per ricordare il giorno di nascita del caro amico John Lennon.

Le sincronicità legate al numero 9

 .  Paul McCartney  nasce a Liverpool, il 18 giugno 1942

09-09-09, una data che entra negli annali della musica mondiale.
In occasione dell’uscita del catalogo originale dei Beatles rimasterizzato per la prima volta in digitale da Apple Corps Ltd ed EMI Music e del videogame “The Beatles: Rock Band”

Lennon è nato il Mercoledì 9 Ottobre, 1940 a Liverpool.

 Lennon incontrò la seconda moglie Yoko Ono , il  9 Novembre, 1966 .

Il loro figlio, Sean Lennon, è nato il 9 ottobre 1975

.  La prima casa in cui ha vissuto era al 9 Newcastle Road, Wavertree, Liverpool

 .  Tra le sue canzoni ricordiamo: Revolution 9 , One After 909 e  9 Dream

.   La copertina dell’album Walls and Bridges, che contiene  # 9 dream, raffigura un calciatore con un numero nove sulla schiena.

.   Lennon per andare  al Liverpool Art College prendeva sempre il bus numero 72 (7+2=9)

.   La prima apparizione dei Beatles ‘al Cavern Club è stata il 9 Febbraio, 1961 .

.   Brian Epstein , il manager dei Beatles li vide esibirsi la prima volta  il 9 novembre 1961 .

.   Il  contratto del gruppo con EMI è stato confermato il 9 maggio 1962.

.   Love Me Do, il  singolo di debutto dei Beatles  era su Parlophone R4949.

.   Il loro debutto al Sullivan Show è stato il 9 Febbraio 1964 .

.   I Beatles si sciolsero nel 1970, dopo nove anni insieme.

John Lennon era letteralmente ossessionato dal numero 9.

Affascinato dalla numerologia, era ben consapevole del ruolo del numero nove in tutta la sua vita. 

Nel testo di “Imagine”, l’essenza del numero 9

Immagina non ci sia il Paradiso
prova, è facile
Nessun inferno sotto i piedi
Sopra di noi solo il Cielo
Immagina che la gente
viva al presente…

Immagina non ci siano paesi
non è difficile
Niente per cui uccidere e morire
e nessuna religione
Immagina che tutti
vivano la loro vita in pace…

Puoi dire che sono un sognatore
ma non sono il solo
Spero che ti unirai anche tu un giorno
e che il mondo diventi uno

Immagina un mondo senza possessi
mi chiedo se ci riesci
senza necessità di avidità o fame
La fratellanza tra gli uomini
Immagina tutta le gente
condividere il mondo intero…

Puoi dire che sono un sognatore
ma non sono il solo
Spero che ti unirai anche tu un giorno
e che il mondo diventi uno

Significato del numero 9

Come ultimo numero il 9 rappresenta l’universo. La sua forma a spirale ricorda l’espansione delle galassie.

Il suo significato spirituale è quello di superare l’individualità per riconoscersi nella grande famiglia umana.

Nove è il numero della completezza: moltiplicato per qualsiasi altro numero si riproduce sempre. (3×9= 27, 2+7= 9)

Nove è un cerchio completo: 360 gradi. (3+6+0= 9) (3 +6 +0 = 9).

L’individuo rappresentato dal 9 è socialmente consapevole, idealista, fantasioso e creativo, un visionario.


Crea il mondo nuovo, con la tua Luce

luglio 10, 2011

Ognuno di noi è repsonsabile della creazione del nuovo mondo, perchè tramite il suo sogno contribuisce alla creazione del sogno collettivo, in quanto la realtà è fatta della stessa sostanza dei sogni…


11:11 i segreti di un numero maestro

aprile 22, 2011

 

I numeri 11:11 appaiono inspiegabilmente a moltissime persone in ogni parte del mondo.
La comparsa dell’11:11 è un forte segnale, una potente sincronicità, che indica che siamo in contatto col nostro Spirito guida o Angelo custode, il cui compito è di allinearci con una Visione Superiore. Non siamo soli; l’11:11 è un ponte mistico, attraverso il quale la Realtà invisibile entra in contatto con la vita di tutti i giorni. Quando accade, è il momento seguire l’ispirazione, sentendoci parte di un Ordine Superiore che vuole comunicare con noi.